Francia Pellet

Bonne Année 2021

Cari Clienti, Ci siamo lasciati alle spalle uno degli anni più difficili che ricorderemo. Entriamo in un 2021 pieno di speranza e fiduciosi in una ripresa economica, morale e sociale. Eccoci pronti a ripartire, già da gennaio, con tante iniziative speciali. Da noi tutti: Maurizio Désirée Marco Philippe Fabienne Aida Véronique Annamaria Cindy Miriam Simone Karine Luca Rolando Jean-Luc il più grande augurio di Buon Anno 2021 da affrontare insieme con forza e determinazione! Il gruppo francese: Francia Pellet, Alpin Pellet, Savoie Pan.

> Scopri di più

"Breaking NEWS BADGER Pellets® Premium15 Kg"

NEW-ENTRY per il mercato Italiano il BADGER Pellets® 15 Kg con sacco di carta ecologica. E’ la nostra proposta GREEN per un pellet di Abete PREMIUM con doppia certificazione ENplus A1 e DINplus, anche certificato PEFC. Progetto “PELLET GREEN 2.0” con il sacco BADGER Pellets® da 15 kg con carta ecologica doppio strato senza colla (PRIVO DI PLASTICA), cucito con filo, imballo GREEN per una vera riduzione delle emissioni globali di CO2, un vero reale sostegno alla filiera delle fonti rinnovabili non fossili. Caratteristica sacco riutilizzabile dal cliente finale. Un’alternativa GREEN ECOSOSTENIBILE al classico sacco di pellet, che presto sarà tassato con l’arrivo della PLASTIC TAX. BADGER Pellets® 15 Kg pellet di Abete con doppia certificazione ENPLUS A1 e Din+ e certificato PEFC. Il nuovo sacco di carta ecologica.

> Scopri di più

DL Rilancio. Presentato l’emendamento sul reverse

Pellet in Parlamento: Muroni (LeU) firma l’emendamento sul reverse charge In vista della discussione parlamentare per la conversione in legge del Decreto Legge 34/2020 (DL Rilancio), la deputata ambientalista Rossella Muroni ha presentato l’emendamento numero 119.038 con cui propone di estendere Il meccanismo del reverse charge nella compravendita di pellet di legno. AIEL - Associazione italiana energie agroforestali che da tempo ha avviato un serrato confronto sul tema con le istituzioni e le autorità preposte, accoglie con soddisfazione l’iniziativa della parlamentare che intende correggere il progressivo aumento dei fenomeni di evasione ed elusione fiscale dell’IVA sul pellet registratosi dopo il 2015, quando la Legge di bilancio ha portato l’IVA sul pellet dal 10 al 22%. L’Italia è infatti diventata uno dei Paesi europei con la più alta aliquota su questo combustibile, ma le maggiori entrate che avrebbero dovuto generarsi grazie all’aumento dell’IVA sul pellet non si sono di fatto mai realizzate, intaccando invece il livello di legalità di un mercato tradizionalmente “povero” e caratterizzato da limitati margini economici per gli operatori. Il fenomeno ha un impatto negativo e significativo sull’intero mercato del pellet, il cui andamento risulta distorto dalla competizione sleale e fraudolenta di aziende che, eludendo l’IVA, possono pagare di più i produttori e rivendere i prodotti di importazione a prezzi più concorrenziali. In un mercato nazionale caratterizzato da un consumo complessivo annuo di oltre 3 milioni di tonnellate, di cui almeno 2,6 milioni di tonnellate di provenienza estera, si stima che fra le 750.000 e 1 Milone di tonnellate siano commercializzate senza il versamento dell’imposta sul valore aggiunto, per un valore economico annuo stimabile fra i 38 e 50 milioni di Euro, a cui si aggiunge un ulteriore mancato gettito di tassazione indiretta che è ipotizzabile ritenere altrettanto ampio. Estendendo il meccanismo del reverse charge (o inversione contabile, che sposta il carico tributario IVA dal venditore all’acquirente) anche ai prodotti di pellet di legno, tutti gli operatori della filiera saranno in grado di tornare ad un regime di leale concorrenza, garantendo un recupero di gettito importante per l’erario, di fatto a costo zero. “Il nostro emendamento recepisce le istanze della filiera legno-energia di una necessaria e ineludibile lotta all’evasione fiscale e al contrasto delle frodi – ha spiegato l’Onorevole Muroni – salvaguardando allo stesso tempo gli operatori del settore che sono danneggiati dai fenomeni elusivi”.

> Scopri di più

Super Ecobonus 110%, AIEL

Super Ecobonus 110%, AIEL: “includere gli impianti a biomassa” Super Ecobonus 110%, AIEL: “includere gli impianti a biomassa” Presentato un emendamento al DL Rilancio per sostenere il turnover tecnologico e la transizione energetica Super Ecobonus 110%, AIEL: “includere gli impianti a biomassa” Super Ecobonus 110%, AIEL: “includere gli impianti a biomassa” Presentato un emendamento al DL Rilancio per sostenere il turnover tecnologico e la transizione energetica Le biomasse legnose, infatti, sono una fonte energetica strategica per il nostro Paese, in particolare per quanto riguarda la transizione verso l’utilizzo di fonti energetiche rinnovabili. Secondo le stime ufficiali del GSE, il settore nel 2017 ha garantito la produzione di quasi 7 Mtep di energia termica, mentre considerando i consumi energetici diretti, le biomasse solide rappresentano il 66,5% dell’energia termica rinnovabile consumata in Italia. L’efficienza energetica e il ricorso alle energie rinnovabili sono due chiavi di volta per la ripresa economica ma anche per accelerare la transizione energetica e la lotta al cambiamento climatico. Per questa ragione, AIEL Associazione italiana energie agroforestali si è fatta promotrice di un emendamento al Decreto Legge 34/2020 (DL Rilancio) relativo all’articolo 119 del decreto che introduce il Super Ecobonus per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici. L’emendamento prevede di includere gli impianti alimentati a biomasse legnose con classe di qualità certificata 5 Stelle tra gli interventi ammessi al Super Ecobonus del 110%

ENplus® celebra le 1000 aziende certificate

ENplus® celebra le 1000 aziende certificate Siamo felici di annunciare che ENplus® ha raggiunto un importante traguardo: lo schema di certificazione numero uno al mondo per la qualità del pellet di legno conta ora 1.000 certificati attivi di altrettante aziende presenti in 46 Paesi nel mondo. Il riconoscimento e l’adesione di un tale numero di produttori, distributori e fornitori di servizi conferma che ENplus® ha dato prova di essere un elemento importante nel mercato globale del pellet di legno. Oggi più che mai la qualità è considerata la caratteristica più preziosa dell’intera catena di fornitura. Quali altri elementi chiave rendono ENplus® un tale successo? Essere uno schema di certificazione di parte terza garantisce trasparenza e credibilità. - Tutti gli organismi di certificazione autorizzati ad operare nello schema ENplus® sono accreditati, indipendenti rispetto allo schema stesso e conducono le proprie valutazioni di conformità in modo autonomo. - ENplus® si basa su requisiti rigorosi e fornisce linee-guida dettagliate. Per assicurarsi che le procedure dello schema siano applicate con precisione, vengono organizzati con regolarità momenti di formazione rivolti sia alle aziende certificate sia ai partner dello schema. - Fornire alta qualità richiede una buona gestione interna. Pertanto, le aziende certificate ENplus® devono avere un sistema di gestione adeguato che includa procedure di auto-monitoraggio approvate dal proprio organismo di certificazione. - ENplus® combatte i casi di frode per prevenire pratiche sleali e per proteggere il valore della certificazione. Manteniamo aggiornata la nostra blacklist per rendere note ai mercati nazionali e internazionali tutte le irregolarità nell’uso del marchio. Grazie alla sua dimensione globale, ENplus® costituisce un elemento di comprensione comune del mercato, un ambiente dove venditori e acquirenti parlano la stessa lingua e che crea opportunità per un commercio internazionale più intenso e per un possibile aumento della produzione. - ENplus® rende la scelta più facile per i consumatori di pellet di legno che possono riconoscere la migliore qualità in poco tempo e senza sforzo: il marchio di certificazione è l’unica cosa che conta davvero.

> Scopri di più

Elusione dell’Iva, AIEL segnalerà le anomalie alla

PAG 20 troverai informazioni sulle verifiche che l'Associazione AIEL sta effettuando per risolvere i fenomeni elusivi dell'IVA. Nel gennaio scorso si è tenuta un’assemblea straordinaria del Gruppo pellet ENplus® che ha impresso una svolta di fondamentale importanza nell’approccio associativo al tema dell’elusione dell’Iva che grava sul settore del pellet in Italia. In un clima di partecipe e aperto confronto, le aziende hanno condiviso le proprie sensibilità rispetto alla possibilità che AIEL inoltri alla Guardia di finanza le indicazioni degli associati sulle anomalie di mercato più evidenti che potrebbero ragionevolmente nascondere fenomeni evasivi ed elusivi. Al riguardo, l’assemblea ha espresso parere favorevole all’unanimità,impegnando quindi l’Associazione a raccogliere, vagliare e, se del caso, trasmettere alle Autorità competenti le segnalazioni inviate dai soci. AIEL, va sottolineato, garantirà il più stretto riserbo sia sui soggetti proponenti sia sui destinatari delle segnalazioni ricevute nonché sul loro contenuto. Ricordiamo inoltre che questa attività è conseguente a un costruttivo incontro avvenuto nello scorso mese di novembre a Roma presso il Comando generale della Guardia di finanza, in cui l’Associazione ha avuto la possibilità di evidenziare le crescenti difficoltà che le aziende virtuose riscontrano sul mercato, costrette a soffrire il proliferare delle cosidette frodi carosello e di fenomeni elusivi ed evasivi.

> Scopri di più

Dal Legno il calore hi-tech. Pulito e sostenibile

Progetto Fuoco Verona 2020. Grande interesse e partecipazione al convegno di apertura di Progetto Fuoco, dedicato a Green New Deal ed energia rinnovabile dal legno, nel corso del quale è stato proposto un quadro puntuale, basato su dati aggiornati, sull'utilizzo delle biomasse legnose in Italia e in particolare nel bacino padano insieme ad un aggiornamento sul tema delle emissioni di polveri sottili. L’evento, organizzato da AIEL Associazione italiana energie agroforestali, partner tecnico di Progetto Fuoco, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e Progetto PrepAIR, ha aperto il confronto sulle strategie di lungo termine per salvaguardare la qualità dell’aria. Dalla presentazione dei nuovi dati sui consumi di biomassa legnosa elaborati dall'Osservatorio AIEL, a quelli dell'ultimo report statistico del GSE, dai risultati delle recentissime indagini svolte nell'area del Bacino Padano nell'ambito del progetto europeo Life Prepair all'evoluzione dei fattori di emissione elaborati dall'Ispra per l'inventario nazionale delle emissioni. Per la prima volta AIEL, Ministero dell’Ambiente, Agenzie ambientali regionali e istituzioni come ISPRA e GSE hanno potuto confrontarsi allo stesso tavolo di discussione con l'intento di rispondere a obiettivi comuni: migliorare la qualità dell’aria e sostenere lo sviluppo di fonti energetiche rinnovabili.

> Scopri di più

Progetto Fuoco 19-22 FEB. 2020 - PAD. 2, STAND B17

Anche quest'anno Francia Pellet espone al Salone di Progetto Fuoco VeronaFiere Padiglione 2 Stand B17, 19-22 febbraio 2020. Dal 2003 ... forniamo .. tutto il pellet ... che vuoi! Solidità - Esperienza - Qualità ... sono i punti di forza del Gruppo. Una scelta Eco-Sostenibile, il pellet francese di Qualità. Costruisci un MONDO SOSTENIBILE per le GENERAZIONI FUTURE offrendo a tutti il MEGLIO DI OGNI ALBERO. La qualità è per noi un dovere. #energiapulita #ariapulitaconilpellet

> Scopri di più

BIOMASSE E POLVERI SOTTILI

AIEL, BIOMASSE E POLVERI SOTTILI. LE RISPOSTE E LE SOLUZIONI CI SONO. PER MIGLIORARE LA QUALITÀ DELL'ARIA IL FUTURO PASSA DALLE ENERGIE RINNOVABILI NON DAL PETROLIO L’inquinamento atmosferico è in questi giorni al centro del dibattito e gli elevati livelli di polveri sottili nell'aria, complice l’alta pressione e l’assenza di vento, hanno richiamato provvedimenti di limitazione del traffico fino ai diesel euro 6, come a Roma. Ma anche il riscaldamento a biomassa legnosa, legna e pellet, è stato additato da più parti come principale responsabile dell’emergenza smog. È necessario però fare chiarezza ed evitare di diffondere informazioni distorte o parziali che non propongono soluzioni concrete e credibili. Opinionisti, ricercatori dal mondo scientifico o portatori di interessi, si sono espressi in modo categorico citando dati ed esprimendo opinioni incomplete e talvolta fuorvianti.

> Scopri di più

Reverse Charge

Reverse charge, le aziende del pellet ne chiedono a gran voce l’applicazione Annullando di fatto l’applicazione dell’Iva tra i diversi passaggi della fjliera, tutti gli operatori opereranno in un regime di leale concorrenza e l’erario potrà recuperare, sostanzialmente a costo zero, il mancato versamento

> Scopri di più

Quattro motivi per scegliere ENPLUS A1

EnPlus è il sistema di certificazione del pellet numero uno al mondo. In soli 8 anni lo schema EnPlus è diventato un marchio ampiamente riconosciuto su cui fanno affidamento sia professionisti sia consumatori. 900 aziende certificate EnPlus in 46 Paesi. La certificazione EnPlus si è affermata leader mondiale per la certificazione del Pellet. Enplus si basa su continui controlli e costanti della qualità. La fiducia imposta in EnPlus è il risultato di tutti i suoi requisiti riportati nel nostro documento di riferimento della normativa Manuale EnPlus della certificazione. I suoi requisiti vengono fatti rispettare da una rete di ispettori e partners garantendo la qualità del pellet EnPlus. Ogni reclamo sulla qualità viene registrato e monitorato e risolto. EnPlus permette a tutte le aziende certificate di giocare alla pari e assicura condizioni commerciali eque di mercato . Questo controllo rigoroso si applica anche al contrasto alle frodi, altra area di spicco nel sistema Enplus. Le considerevoli risorse investite servono a contrastare il mercato della frode e a garantire diritti uguali a tutte le aziende certificate.

> Scopri di più

Révision du référentiel ENplus®

Maurizio Annovati, CEO de Alpin Pellet Sas, a été sélectionné parmi plusieurs candidats à rejoindre le ENplus® Advisory Commitee qui se réunira dans les prochains mois pour discuter et trouver entre la fin de 2019 un consensus sur les projets de normes proposés pour la certification ENplus®. ENplus® est devenu en seulement sept ans le système de certification de premier plan pour la qualité des pellets de bois.

> Scopri di più

Sei un agente? cerchiamo commerciali

sei un agente ? cerchiamo commerciali per la collaborazione. Invia il tuo curriculum e sarai contattato.

> Scopri di più

Nuovo sito 5 étoiles chez www.alpinpellet.com

Le granulé acquiert ses 5 étoiles chez Alpin Pellet Le bois est devenu notre histoire et notre passion depuis les années 50, et en France depuis 1982 avec l’usine de TOURNON en Savoie. Alpin Pellet est l’un des pionniers en France et en Europe à produire des granulés de bois depuis 2003. Premier producteur Français à avoir obtenu la certification ENPLUS A1 en France FR001. Alpin Pellet lance en 2011 son premier camion souffleur pour la distribution de granulé en vrac, et s’équipe en 2015 d’un camion intégrant la pesée embarquée. Alpin Pellet obtient la certification ENPLUS A1 FR308 pour la distribution du pellet en vrac pour les particuliers.

> Scopri di più

Nuovi immagini sacchi 15 kg e 10 kg

Francia Pellet il pellet di qualità, presenta le nuove immagini di sacchi di pellet da 15 kg - 10 kg. Nuovi contenuti e nuovi arrivi per il prestagionale 2018 #pelletfrancesediqualità #ariapulita #energiapulita #ecologia #europa #esperienza #evoluzione #pelletcertificato

Video.....e le nostre segherie

Le nostre segherie da dove proviene il vostro pellet

> Scopri di più

ROAD TRIP INDUSTRY PIVETEAU...una visita simpatica

ROAD TRIP INDUSTRY ....una simpatica visita allo stabilimento di Piveteau Bois da parte della camera di commercio francese

> Scopri di più

Il pellet un concentrato di energia

ENplus est la première certification à avoir pris en compte l’ensemble de la chaîne logistique et elle est la seule à traiter toutes les étapes : production, distribution mais aussi les éventuelles sous-traitances comme l’ensachage, le stockage ou le transport à façon.

> Scopri di più

Visita allo stabilimento di LABOUHEYRE

visita con i nostri clienti presso lo stabilimento di pellet di Labouheyre

> Scopri di più

Insacchettamento del pellet presso ALPIN PELLET

Processo di insacchettamento del pellet presso ALPIN PELLET sacco Blu Pellet Alpin Pellet pellet certifie enplus A1 Fr001 Qualité ENPLUS A1 FR 001

> Scopri di più

Aiel Aria Pulita certificazione ENPLUS

AIEL certificazione Aria Pulita www.aiel.cia.it www.enplus-pellets.it www.certificazioneariapulita.it http://www.aiel.cia.it/soci.html

> Scopri di più

Le salon BePOSITIVE Eurexpo Lyon 8-10 marzo 2017

Eurexpo dal 8 al 10 marzo 2017 BePOSITIVE Alpin Pellet Stand N° : 4F18 La société Alpin Pellet a une ligne de production de granulé bois, une des installations les plus modernes aujourd’hui en activité. Sa capacité à pleine puissance est de 45.000 tonnes. Elle est équipée pour fabriquer produits conditionnées ou produits vrac. Elle offre différent granulés certifiées à norme ISO 17225-2 seloin la normative EN PLUS A1: granulés en sacs de plastique de 15 kg ou de 10 Kg, granulé en sac de big bag de 1 tons, granulé en VRAC livré avec un camion souffleur. Le procès de production est un procès total écologique. Il utilise des paramètres de production gérés et ajustés automatiquement qui assurent une constance aux caractéristiques du produit fini. Ces performances sont garanties intégralement grâce au contrôle en continu du procès.

> Scopri di più